lunedì 12 dicembre 2011

ecco come lavoro

ecco qui le varie trasformazioni che ha subito una mia tavola: dalle chine al colore definitivo.
La tavola non ha assolutamente un senso: era tutto un pretesto per disegnare questa esangue lady fantasma in un'ambientazione che ho cercato di copiare da un libro su Gaudì che mi è stato regalato.
Alla fine con Gaudì non c'entra una ceppa: ho dovuto semplificare a causa dei miei evidenti limiti disegnativi.
Osservate qui come anche la disegnatrice più disordinata dell'universo riesca a disciplinarsi nelle diverse fasi del colore:

chine:



basi di colore(+ qualche ombra che non so da quale livello provenga):




luci, ombre, atmosfere, etc etc:




tratto virato, che abbassa la qualità già scarsa del mio lavoro:

12 commenti:

  1. Peeeeerò è d'atmosfera. Aggiungerei solo una cosa nell'ultima vignetta dell'esangue fanciulla: i...uhm..."serpentoni" arancioni alle spalle, o almeno un accenno. Comunque ben vengano di questi attacchi d'arte! Ci piace! Italia uno! XD

    RispondiElimina
  2. mi leggi nel pensiero: avevo pensato anche io ad aggiungere i "serpentoni" in quella vignetta, ma era troppo tardi, e avevo già inchiostrato (maledizione!!!). Avrebbero dato continuità alla scena! w gli attacchi d'arteee (che con me sono molto avari, ultimamente!!!)

    RispondiElimina
  3. Ma meraviglia Letiii!!!! BRAVERRIMA!!! mi piace troppo assai!!! :D

    RispondiElimina
  4. Bel work in progress! ;) io preferisco la versione col tratto nero, secondo me se dovevi virarlo dovevi farlo in un colore acnora più scuro di quello utilizzato..in modo da avere sia un richiamo al colore interno..ma allo stesso tempo uno stacco tra interno ed esterno, ma per cosa è questa tavola? :D

    RispondiElimina
  5. ma che ddici Leti! non è affatto scarso come lavoro, è bellissimo! però mi trovi d'accordo con Claudio per quanto riguarda il tratto :D

    RispondiElimina
  6. bellissima *-*!! complimenti! e sono d'accordo con claudio, quella con il tratto nero mi piace di più, ma virandolo con un colore più scuro sarebbe venuto ancora meglio!

    RispondiElimina
  7. bella tavola, Mi piace molto anche il colore, anche io preferisco la 3...Cioè tratto nero

    RispondiElimina
  8. ALGE SEMBRA LA "MADRE" DI RAPUNZEL :D totò cmq ottimo lavorooooooo come sempre

    RispondiElimina
  9. Si, è vero. Il tratto colorato doveva essere più scuro, tranne che per gli effetti magici accecanti... sta bene anzi farli più chiari!
    E poi la tua inchiostrazione (posso proporre di cambiare questa parola in ambito fumettistico? Non la sopporto! È come "buffet" per Massimo Asaro... ricordi l'aneddoto? XD) è forte, si deve vedere tanto!

    La mia vignetta preferita è quella con la prospettiva dall'alto... fighissssima!!!

    RispondiElimina
  10. è bellissima! molto Casper ;)

    RispondiElimina
  11. @ Miriam: grazie! Ancora più piacere sentirmelo da dire da te, perchè ho visto che stai facendo delle cose pazzesche!

    @ Claudio: grazie Claudio! Comunque la tavola non srerve a nulla, è solo un esercizio per non sprofondare nella depressione della nullafacenza! :D

    @ tutti: avevo capito proprio che c'era qualcosa che non andava nel tratto virato!! Tutti questi commenti lo confermano! La prossima volta provo a farlo più scuro come mi avete detto...Col tratto virato ho sempre probbbblemi!

    @ Gabriele P: l'hai riconosciuta?! WOW! Allora non è troppo lontanissimissima dall'originale come credevo!

    @ Totò: è verooooooo! eh,ormai, senza accorgermene, plagio qualsiasi cosa!

    RispondiElimina